Zini 100% made in Italy.

Un appetitoso viaggio attraverso le regioni d’Italia, alla ricerca di ingredienti, sapori e tradizioni.

Con l’arrivo dell’autunno prosegue l’itinerario culinario iniziato la scorsa estate da Zini Prodotti Alimentari, lo storico pastificio milanese, per scoprire e rendere omaggio ai formati di pasta protagonisti delle ricette tipiche delle tradizioni regionali italiane.

Una regione al mese, un piatto per ogni regione.

Dopo aver dedicato con grande successo il mese di agosto alla Campania, candidando i mitici mezzi paccheri a suo formato di pasta più emblematico (proposti da Zini con un sugo a base di pomodoro e ricotta di bufala) e il mese di settembre alla Puglia, con le popolarissime orecchiette al grano arso condite con un saporito ragù di verdure, il mese di ottobre sarà consacrato alla Liguria, rappresentata in maniera indiscussa dalle imperdibili trenette al pesto, magari arricchite da una manciata di patate e fagiolini. A scaldare il mese di novembre, ci penserà invece una ricetta tipica piemontese: gli agnolotti con ripieno al brasato conditi con burro e salvia e serviti con un finishing di erbette.

Che sia lunga o corta, fresca o secca, in primo piano troviamo sempre la pasta: regina indiscussa della cucina italiana, Zini la produce utilizzando solo grano duro 100% italiano con elevato tenore proteico e uova fresche italiane provenienti da galline allevate a terra.

Per tutti i suoi prodotti (pasta, ripieni, riso, salse), Zini sceglie unicamente ingredienti derivanti da filiere produttive selezionate, se possibile a km zero, rifiutando in modo categorico l’impiego di coloranti e additivi.

L’utilizzo della pasta Zini in ristorazione è inoltre una garanzia, oltre che di qualità, di grande praticità perché, essendo cotta e surgelata IQF, può essere rigenerata direttamente in padella insieme al condimento ed è pronta in meno di due minuti.